Contatore visite
Biografia
La band nata è nel Gennaio del 2012 da un'idea di Emanuele Laurino (voce), ed è composta dai musicisti Antonio Marotta (prima chitarra), Anthes (seconda chitarra), Antonio Sorvillo (basso) e Gianpaolo Saccone (batteria).
Già alla prima prova si intuisce una predilizione da parte di tutti per il periodo rock-blues negritiano che occuperà poi in futuro gran parte del repertorio ma senza tralasciare alcuni tra i pezzi più famosi come “Non ci guarderemo indietro mai”, "Ho imparato a sognare", “Magnolia” e “Mama maè”. Dopo 2 mesi intensi di lavoro in sala prove, la band comincia da subito a suonare in diverse città della Campania.

L'espressione Desaparecidos, nome della band, è tratta dalla canzone Rotolando Verso Sud: “Continente vivo, Desaparecido, sono qua, sotto un cielo avorio, sotto nubi porpora". Deriva dallo spagnolo, letteralmente "persone fatte scomparire". Si riferisce alle persone che furono arrestate per motivi politici, o anche semplicemente accusate di avere compiuto attività "anti governative" dalla polizia dei regimi militari argentino, cileno e di altri paesi dell'America latina, e delle quali si persero in seguito le tracce. Tipico del fenomeno dei desaparecidos fu la segretezza con cui operarono le forze governative: gli arresti ed i sequestri avvenivano spesso di notte ed in genere senza testimoni, così come segreto rimaneva tutto ciò che seguiva all'arresto; della maggioranza dei desaparecidos non si seppe effettivamente mai nulla e solo dopo la caduta del regime militare ed il ripristino della democrazia fu possibile venire a conoscenza del fatto che molti di loro furono detenuti in campi di concentramento ed in centri di detenzione clandestini, torturati ed infine assassinati. 


Hanno contribuito alla crescita della band il chitarrista Luca Borsa ed il bassista Mario Verdini.